CHE COSA E’ UN RECLAMO

Banca d'Italia definisce quale Reclamo ogni contestazione scritta (es. lettera, fax, e-mail) di un comportamento anche omissivo dell’intermediario a quest’ultimo indirizzata da un Cliente (Disposizioni sulla trasparenza) e qualifica come Cliente “il soggetto che ha o ha avuto un rapporto contrattuale o è entrato in relazione con un intermediario per la prestazione di servizi bancari e finanziari, ivi compresi i servizi di pagamento. 
Per le operazioni di factoring, si considera Cliente il cedente, nonché il debitore ceduto con cui il cessionario abbia convenuto la concessione di una dilazione di pagamento. Non rientrano nella definizione di Cliente i soggetti che svolgono in via professionale attività nei settori bancario, finanziario, assicurativo, previdenziale e dei servizi di pagamento, a meno che essi agiscano per scopi estranei all'attività professionale” (“Disposizioni sul sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari" di Banca d’Italia del 18 giugno 2009 e successive modifiche ed integrazioni).

  • GESTIONE DEL RECLAMO
    L’intermediario deve rispondere entro 30 giorni ai Reclami.

  • ORGANISMI DI RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE
    Il Cliente, in assenza di risposta entro i termini previsti ovvero se insoddisfatto dell’esito del Reclamo, prima di adire la competente Autorità Giudiziaria, potrà ricorrere ai seguenti organismi di risoluzione stragiudiziale delle controversie: Arbitro Bancario Finanziario (ABF), Conciliatore Bancario Finanziario.